Resta in contatto

Le pagelle di Forzaparma

Parma-Roma 2-0, le pagelle di ForzaParma

Brugman sugli scudi, bene Pellè, fondamentale per il gioco di D’Aversa



Sepe 6 –
Nel primo tempo solo un intervento, respinge una punizione di Pellegrini sul suo palo, poi è impegnato a guidare i suoi invitandoli a rimanere compatti. Decisivo su tiro di Perez nel secondo.

Conti 6 – Ha dalla sua l’ex compagno Spinazzola, spesso chiede aiuto a Man, nel ripiego, ma si mostra un po’ incerto nel contrastare l’impeto dell’avversario. Rischia poco, a dire la verità, esce per fare spazio a Laurini.

dall’82’ Laurini sv – Serra le fila, sprinta quando deve, gestisce con esperienza.

Osorio 6,5 – Buona gara per il venezuelano, c’è Dzeko da marcare. Lo affida a Bani, più coriaceo, lui ha il compito di salvaguardare la zona dagli inserimenti di chi gravita intorno al compagno. Sui palloni di alti è un maestro.

Bani 7 – Si mette su Dzeko, lo segue anche quando si sgancia. Gli dà poco campo, pulisce l’aria dai palloni pericolosi.

Pezzella 6,5 – In giornata sì, sbaglia un solo pallone, poi si rimette in riga. E non sbaglia più niente. Attento, concentrato, apporto fondamentale.

Hernani 7 – Buona prova del centrocampista, che tiene in scacco Villar e Pellegrini, offre sostanza e muscoli. Dirige bene, resta in partita e beneficia della sapienza in regia di Brugman.

dal 71’ Grassi 6 – Apporto valido, concreto. Entra e si mette a randellare, recupera qualche palla e prende qualche fallo.

Brugman 7,5 – La partita perfetta. Intercetta tutto quello che può passare da lui, indovina giocate e sporca le linee di passaggio, offrendosi sempre come soluzione per i compagni. Lavora una quantità industriale di palloni, giocatore essenziale.

Kurtic 6,5 – Gioca con concentrazione, regala sostanza e riesce a incidere tatticamente. Spezza e porta come i compagni, muscoli e corsa.

Man 7 – Primo assist di stagione per l’amico, fuga in avanti e palla precisa da spingere in porta. Altre sgasate, molta sostanza e anche qualità. Unico rimprovero: più freddezza sotto porta.

Pellè 7,5 – Un centravanti ti cambia la vita, avrà pensato Roberto D’Aversa. E Pellè è uno di questi. Catalizza una infinità di palloni, li lavora e li indirizza ai suoi compagni d’attacco. Delizioso il pallone che invita Pezzella in area, prepotente nell’azione del rigore, bravo a farsi abbattere dalla difesa della Roma. Esce dopo aver dato tutto.

dal 60’ Zirkzee 5,5 –Non per essere ingenerosi, entra per far rifiatare Pellè ma è un’altra cosa rispetto al centravanti leccese. E si vede. Partecipa senza mordente, ma potrebbe essere un buon test.

Mihaila 7 – Gol a parte, regala tanti strappi. Cerca spesso la combinazione con il compagno Man, sempre insidioso. Spina nel fianco della Roma, spreca qualche palla ma va sempre a centocinquanta all’ora.

dal 82’ Karamoh sv – Sostanza, zero ricami, e tanta attenzione.

Tarozzi 7 – E’ suo il volto sorridente della prima vittoria dell’era D’Aversa. Si fa sentire, guida i suoi essendo in collegamento diretto con il tecnico squalificato in panchina. Una buona prova dei suoi lo ripaga degli sforzi fatti.

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le pagelle di Forzaparma