Resta in contatto

News

D’Aversa: “Il mercato? Penso al Sassuolo, gara difficile”

Il tecnico alla vigilia: “Iacoponi è l’unico che portiamo, ma fino a ieri avevamo pensato di non chiamarlo. Situazione pericolante, ma guai pensare in negativo”

La situazione è già quella che è, se pensiamo anche in negativo non ne usciamo più“. Roberto D’Aversa ha le idee chiare, non si abbatte nel momento di difficoltà segnato da una marea di infortuni che hanno invaso un Parma senza più certezze, che si aggrappa al suo allenatore nel momento più delicato della stagione. L’unico che recupera spiega D’Avarsa alla vigilia – è Iacoponi, che fino a ieri pensavamo di non convocare nemmeno. Dovremmo fare delle valutazioni perché non possiamo permetterci di rischiare. In questo momento c’è la possibilità di adattare qualche centrocampista in difesa, visto che è il reparto più martoriato o qualcuno della Primavera. In base anche alle caratteristiche della squadra avversaria valuteremo le situazioni. Sarà una partita molto difficile, per l’avversario che andiamo ad affrontare e per il momento che viviamo.  Per quanto riguarda le difficoltà che si hanno nel preparare la gara mi riservo dal rispondere, ci sono delle difficoltà enormi. Gagliolo, ad esempio, ha cercato di rientrare, ma non ci è riuscito. Non può essere però un alibi, l’emergenza va letta come un’opportunità per gli altri.  Quando sono arrivato ho parlato un po’ con tutti, può succedere che ci siano degli infortuni, non mi va di tornare indietro e ragionare su quello che è stato, quello che è successo ormai è successo, ma quando sono arrivato ho detto che bisogna lavorare tutti per migliorare. Bisogna ragionare in maniera positiva, nell’ultima partita abbiamo giocato alla pari per un’ora contro una squadra fortissima. Ieri si è visto. Non è una gara decisiva, ma dobbiamo andare li come se lo fosse. Dobbiamo andare li per portare a casa un risultato positivo a tutti i costi. Ci vorrà del tempo affinché la nostra filosofia attecchisca, non c’è più un discorso di nuovo o di vecchi, c’è un discorso di Parma. Io guardo tutti alla stessa maniera, bisogna resettare tutto e ricominciare.  Nelle difficoltà la cosa importante è cercare di mettere i giocatori nei propri ruoli. Parlerò con lo staff medico e con i preparatori, sull’utilizzo ad esempio di Iacoponi, mi riservo però di aspettare fino all’ultimo.

L’assenza dei tifosi? Non vorrei chiamarla problema, non mi piace creare alibi. Nel momento di difficoltà i nostri tifosi però hanno sempre rappresentato un fattore. Hanno dimostrato comunque la loro vicinanza venendo al campo, questo è importante. Il problema del gol? Con la Lazio abbiamo avuto occasioni clamorose con Sohm, con Cornelius. Se Andreas fosse stato in condizione mentale top, avrebbe fatto gol, è stato bravissimo Reina, ma l’aspetto mentale può dare tanto. La medicina migliore è la vittoria, è difficile centrarla, ma ogni partita è così, dobbiamo essere bravi e determinati a scendere in campo con l’atteggiamento giusto. La situazione è già pericolante, se ci mettiamo a ragionare in maniera negativa non ne usciamo. Affrontiamo le cose con positività. Inglese? Gli siamo vicino, a lui e alla sua famiglia. Lui mi ha dato la sua più ampia disponibilità, ma voi sapete bene che situazione vive personalmente“. Chiusura dedicata al mercato. “Alla vigilia di una partita così importante non penso al mercato, l’unica cosa che sto pensando è che andiamo ad affrontare una squadra molto forte, migliorata. Un allenatore che ho sempre stimato, che ha avuto dei cambiamenti e dei miglioramenti, ha dato continuità, sta facendo benissimo. La società e il direttore sportivo sanno cosa serve“.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
VELENOSO
VELENOSO
1 mese fa

Gervinho alla Fiorentina.
Sembra che a giorni ci sia il passaggio.
Chi sostituirà Gervinho,?
Sembra il Vescovo della diocesi

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News