Resta in contatto

News

Liverani: “Nessun ridimensionamento, sarà l’anno di Inglese”

Il tecnico del Parma parla a La Gazzetta dello Sport a meno di una settimana dall’inizio del campionato. “Si può lottare ad armi pari con tutti”

L’allenatore del Parma, Fabio Liverani, ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport a meno di una settimana dall’inizio del campionato partendo dalle ragioni che lo hanno convinto a sposare la causa dei crociati. “Il motivo è sicuramente il ds Carli. E poi l’organizzazione: avere un centro sportivo di livello mondiale è fondamentale. E la qualità della rosa sulla quale posso lavorare è di ottimo livello: si può competere per la salvezza e lottare ad armi pari con tutti. E magari alla fine arriva anche qualcosa di più“.

PROGRAMMI CHIARI. Non credo che ci sia un ridimensionamento. Ci sono da mettere dentro giocatori di prospettiva mantenendo un’ossatura importante. Si possono fare quelle 2-3 cessioni, come fanno anche le altre squadre, ma questo non vuol dire ridimensionare. Significa riprogettare per poi andare avanti e mantenere il livello attuale che è buono per una realtà come Parma“.

PROMESSA.Lavorare per il bene della società e della città. Ho dei principi, ho un certo tipo di calcio da proporre. E’ evidente che per poterlo fare ci vuole del tempo. Le idee devono essere condivise da tutto l’ambiente sapendo che ci potranno essere delle difficoltà“.

FILOSOFIA.A prescindere dai numeri che contano poco, sono importanti i principi di gioco: vorrei una squadra equilibrata, che sa sfruttare i calciatori e li mette nelle condizioni migliori. Prima il risultato o il bel gioco? Non esiste l’uno senza l’altro. Poi magari ci sono momenti, nelle partite o nella stagione, dove si può essere un po’ più belli e altri dove si capisce di essere più brutti e però si cerca di portare a casa il risultato“.

IL MIO PARMA.”Io vorrei un Parma con un’identità, che va in campo sapendo cosa fare: sa quando deve stringere i denti, sa quando deve giocare. Vogliamo raggiungere il più velocemente possibile l’equilibrio tra fase difensiva e offensiva“.

SINGOLI.Sono curioso di vedere giocatori che hanno fatto meno anche per problemi fisici. Su tutti, credo che sia l’anno della rivalsa calcistica per Inglese“.

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
9 giorni fa

Cornelius una spanna sopra Inglese.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
9 giorni fa

Spero nn lasci Cornelius da parte perché sarebbe gravissimo…anche ieri quando è entrato in campo si è vista la notevole differenza in attacco e il goal è merito suo … Inglese ok ma Cornelius se nn lo vendete deve essere un punto fermo dell’attacco…ci mancherebbe il contrario

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 giorni fa

Liverano portaci in Europa!!! Giovanni ColaMattia CantarelliFederico Avanzini

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News