Resta in contatto

News

Il Parma liquida il Carpi: buona la prima di Liverani

Gaston Brugman - foto parmacalcio1913.com

Al 26′ apre Grassi con una bella botta, al 31′ Inglese raddoppia

Nuovo Parma, vecchi volti e vecchi gol. La pratica Carpi viene liquidata in 5′: Grassi al 26′ e Inglese al 31′ danno il via alla ripartenza dei crociati che a Collecchio con il vecchio assetto mostrano anche una discreta condizione fisica. Fabio Liverani, alla sua prima sulla panchina crociata, si affida al collaudato 4-3-3 con cui Roberto D’Aversa ha costruito il suo ciclo vincente. Siligardi e Adorante larghi, Inglese in mezzo nel tridente d’attacco. Brugman in cabina di regia sorretto da Grassi a destra ed Hernani a sinistra. In difesa tocca a Iacoponi e Bruno Alves, con ai lati Laurini e Pezzella. Assenti tra i big, oltre ai nazionali, Gagliolo e Gervinho. In grande spolvero nelle prime battute Roberto Inglese, che sfiora in un paio di circostanze il gol. Gol che arriva grazie a una conclusione di Grassi al minuto 26′, bissata dalla zampata di Inglese su assist di Adorante al 33′. Primo tempo abbastanza buono per il Parma che – considerando il valore dell’avversario – riesce comunque a esprimere a sprazi il calcio di Fabio Liverani. Costruzione dal basso, centravanti che viene incontro per favorire una soluzione di sfogo, centrocampisti a supporto e pronti a inserirsi. 

Il secondo tempo comincia con una doppia sostituzione: escono Sepe e Grassi, autore del primo gol, entrano Colombi e Scozzarella, con Brugman che scivola nel ruolo di mezzala destra. Il Lecce di Liverani giocava spesso con Petriccione e Tachtsidis a centrocampo, due giocatori tecnici supportati da un centrocampista di corsa che è in questo caso Hernani. Esce anche Adorante per fare posto al giovane Artistico, con Siligardi che continua a ben impressionare – al netto dell’avversario che ha di fronte -. Il ritmo si abbassa, inevitabilmente, anche per via dei cambi adoperati da Liverani che dà spazio al figlio d’arte Matteo Lucarelli. Schierato al centro della difesa. Intanto il Carpi avanza il suo baricentro, colpendo un palo con Maurizi. Rischia nel secondo tempo la squadra di Liverani ma va bene così. 

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News