Resta in contatto

Rubriche

Parma-Venezia 3-1, la pagella di ForzaParma

Gervinho imprendibile firma subito una doppietta, promossi anche i neoacquisti Brugman e Laurini. Peccato per l’ingenuità del rigore

Sepe 6 – Un paio di uscite alte e rilanci rapidi, per il resto ordinaria amministrazione. Nulla può sul rigore trasformato da Aramu.

Laurini 6,5 – Un’altra marcia rispetto alle precedenti amichevoli: assicura buona spinta, arriva al cross anche di sinistro e dietro si dimostra attento e puntuale nelle chiusure.

Iacoponi  7 – Raddoppia di testa ritrovando la via del gol che mancava dallo scorso 18 novembre 2017 con l’Ascoli in serie B. Un premio giusto per uno dei “fedelissimi” di D’Aversa che non sbaglia praticamente nulla e nel finale chiude a destra.

Alves 6 – Più sfortunato che colpevole in occasione del penalty assegnato agli ospiti, prova ad impostare dalle retrovie ma non sempre è preciso.

Gagliolo 5,5 – Il maldestro rinvio di testa sbatte contro il braccio largo del capitano e costa un supplemento di sofferenza non messo in preventivo.

83′ Dermaku ng – Ultimi scampoli di gara al fine di alzare i centimetri in difesa e blindare il risultato già al sicuro.

Hernani 6 – Gioca a sprazzi, si vede che ha qualità superiori alla media e di tanto in tanto strappa applausi all’esigente pubblico del Tardini. Ma deve ancora capire appieno i meccanismi della squadra e, più in generale, del calcio italiano.

67′ Grassi 6 – Entra per dar manforte alla linea mediana nella seconda metà della ripresa. Si prende un giallo nei minuti finali.

Brugman 6,5 – Ha già preso in mano le redini del centrocampo. Al pronti via innesca Barillà poi unisce qualità a quantità ma se il Parma si muove palla a terra gran parte del merito è suo. Firma l’assist direttamente da corner per il 2-0 di Iacoponi.

Barillà 6,5 – Solita partita di corsa e contenimento anche se spreca una buona opportunità in proiezione offensiva. Sostituisce degnamente l’infortunato Kucka.

Kulusevski 5,5 – La personalità non fa difetto al giovane jolly svedese che non ha problemi a buttarsi dentro gli spazi ma pecca in lucidità e non sempre opta per la scelta più corretta.

Inglese 6 – Imprescindibile punto di riferimento del Parma, propizia il primo gol di Gervinho attirando su di sè i due difensori centrali del Venezia e imbucando per l’ivoriano in campo aperto. Mezzo voto in meno per il rigore fallito nel finale.

Gervinho 7,5 –Inizia la nuova stagione con una doppietta d’autore e si dimostra già in condizioni smaglianti. Semplicemente inarrestabile palla al piede, spesso e volentieri si accentra accompagnando più da vicino l’azione di Inglese.

76′ Karamoh 6 – Sbaglia la misura dei primi passaggi e sembra un po’ svogliato. In pieno recupero si guadagna il tiro dagli undici metri poi fallito da Inglese.

D’Aversa 6,5 – La squadra vive ancora delle iniziative individuali di Gervinho ma ci mette qualcosa in più sul piano del pressing e della manovra. Apprezzabile la ricerca di un maggior gioco palla a terra in attesa chiaramente di test più probanti. A cominciare dalla Juve.

2 Commenti

2
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Fare i biglietti nelle tabaccherie o al coordinamento troppo difficile?, forza parma .It ha una radio??

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Cavolo vuoi che ne penso, se c’è gente che a causa di 2 botteghini aperti è entrata alla mezz’ora e la tua radio non ha cagato di striscio la partita?

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Rubriche