Resta in contatto

Approfondimenti

Dezi, D’Aversa studia il ‘rilancio’

Anche in un’ottima mercato, il centrocampista ha bisogno di giocare per essere ancora ‘appetibile’ nella finestra di mercato

In una settimana propedeutica a quella di fuoco che vedrà il Parma impegnato a sostenere tre partite in otto giorni, a Roberto D’Aversa è toccato anche recuperare psicologicamente Jacopo Dezi, per il quale tecnico e direttore sportivo studiano un piano per il rilancio. La bocciatura definitiva, arrivata sul campo della Lazio dove D’Aversa gli ha preferito Biabiany – che di mestiere fa l’ala destra – ha suscitato le ire del suo agente, il quale però ha professato calma e sangue freddo. Non è la prima volta che Caliandro, avvocato e assistente di Dezi, esca con delle esternazioni ‘seccate’ per il mancato utilizzo del giocatore.

In precedenza aveva criticato la scelta della società, condivisa con il tecnico, di tenere il suo assistito fuori dalla lista senza neanche troppe velature. Rientrato ‘l’allarme’, con il suo giocatore nella lista, Caliandro è stato sollecitato anche a proposito dell’esclusione di Dezi contro la Lazio.Purtroppo oggi nel mondo del calcio non c’è pazienza, bastano due prestazioni per etichettare un giocatore. E questo non fa bene ai ragazzi e al calcio inteso come sport“. Questo il commento laconico dell’agente. Che, nonostante le poche parole, non è riuscito a nascondere l’amarezza per l’ennesima esclusione del suo assistito.

Ma durante la pausa per le Nazionali, D’Aversa e il suo staff avevano in mente di recuperare – a prescindere da queste esternazioni di rito che la società legge come tali – il giocatore, anche per rilanciarlo in ottica futura. Probabile che a fine stagione si vada verso il divorzio, nonostante Dezi abbia un contratto fino al 2022 con il Parma e sia stato un vero e proprio investimento per i crociati. Ma il giocatore, mai veramente inserito nei piani di Roberto D’Aversa, neanche in Serie B, ha bisogno di mantenere la sua valutazione e di dimostrare di essere appetibile – eventualmente – rientrando nell’ottica del mercato.

A gennaio ha rifiutato quasi tutte le destinazioni proposte, a Dezi era stato consigliato di andare alla Salernitana in prestito, per giocarsi le sue carte piuttosto che rimanere a Parma e fare l’alternativa. Evidentemente il giocatore non ha gradito la destinazione, così come non ha gradito la chiamata del Benevento dove Bucchi – l’allenatore al quale si sente più legato – non vedeva l’ora di riabbracciarlo dopo Perugia. E invece Dezi è rimasto a Parma, decidendo di giocarsi le sue carte. Dopo tanta panchina e un periodo caratterizzato da un infortunio muscolare, Dezi potrebbe anche tornare nei ranghi ed essere scelto da D’Aversa, sempre alle prese con la carenza di centrocampisti che attanaglia il Parma ormai da tempo.

1 Commento

1
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Sarebbe opportuno visto che è di proprietà

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti