Resta in contatto

News

Alla ricerca dei giusti rinforzi

Faggiano

La Gazzetta di Parma sottolinea gli aspetti da migliorare nel girone di ritorno ribadendo l’idea del ds Faggiano di non stravolgere un gruppo che sta facendo benissimo

Ritocchi sì, rivoluzioni no. E’ questo il “diktat” sul mercato del Parma che nonostante una classifica da sogno e mezza salvezza già in tasca si guarda intorno alla ricerca di innesti mirati in ogni reparto nel tentativo di rinnovare un gruppo, martoriato dagli infortuni, che sta facendo bene.

Sul piano collettivo il principale limite emerso nel girone d’andata è l’incapacità di reagire allo svantaggio. Per ben dieci volte i crociati sono andati sotto nel punteggio e solo in una circostanza a Genova hanno completato la “remuntada”, fermata solo a metà col Chievo e in parte di fronte alla Juventus che poi si è riportata avanti nella ripresa.

A questo si aggiunge la difficoltà a far breccia nelle difese particolarmente chiuse e arroccate, soprattutto, al Tardini, dove le ultime tre della classe, Frosinone, Chievo e Bologna, in ordine di apparizione, hanno portato a casa il punto tanto desiderato. In altre parole il Parma è bravo ad attaccare gli spazi concessi, meno a crearli se l’avversario lo aspetta in blocco nella propria metacampo: in questo caso servirebbero terzini di spinta, i tagli delle mezzepunte che sappiano inserirsi e concludere, esterni rapidi e che vedano la porta.

Come ribadito più volte il ds Daniele Faggiano, che in passato ci aveva abituato ad interventi più massicci e risolutivi nel mercato invernale, non correrà il rischio di rovinare la positiva alchimia costruita negli ultimi mesi e in grado di superare brillantemente anche il ritiro di un capitano carismatico del calibro di Lucarelli. Ecco perchè la caccia si concentrerà, principalmente, su uomini che sappiano creare gioco, occasioni e gol anche quando gli altri si difendono in massa.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News