Resta in contatto

News

Scozzarella: “Ora sto bene, so cosa vuole D’Aversa”

Il centrocampista del Parma, titolare nelle ultime due partite con Torino e Sassuolo, si è definitivamente lasciato alle spalle i problemi fisici dei mesi scorsi

Prima dell’allenamento pomeridiano al Centro Sportivo di Collecchio ha preso la parola il centrocampista Matteo Scozzarella, titolare nelle ultime due partite vinte con Torino e Sassuolo (nel secondo caso è stato preferito a Stulac, fino a quel momento pressochè inamovibile) e tra i protagonisti della risalita fin dai tempi della Lega Pro.

RITROVATO.Speriamo di mantenere questo livello per stare un po’ più tranquilli in futuro. Inizio a sentirmi bene dopo i fastidi di fine stagione scorsa e inizio di quest’anno, la concorrenza è inevitabile in una rosa di serie A. L’importante è che ognuno di noi non pensi a se stesso ma ad aiutare la squadra e cercare di fare il massimo“.

LA SVOLTA.Personalmente credo sia aumentata la consapevolezza di ogni ragazzo, quando si inizia non sai bene cosa ti aspetta ma se lo vivi dal di dentro alcune cose ti sembrano meno difficili“.

ADATTAMENTO ALLA SERIE A.E’ una categoria che non avevamo fatto tanto, ci teniamo in maniera particolare a renderla un po’ più nostra. Poi è normale che la squadra ci stia dando una mano, tutti quanti stiamo facendo un lavoro stupendo. Giocare insieme a certi elementi aiuta chi si è calato da poco in serie A“.

DIFFERENZE TRA I CAMPIONATI.La differenza sostanziale è nella qualità generale, sia nostra che degli avversari, il livello si alza e di conseguenza cambiano tempi, modi di giocare. Più libertà? Normale che il Parma in serie B fosse la squadra da affrontare in maniera più intensa e complicata mentre quest’anno facciamo partite in cui dobbiamo andare oltre i nostri limiti. Può essere un vantaggio, penso che lo stiamo sfruttando bene“.

I CONSIGLI DI D’AVERSA.Abbiamo un rapporto che ci consente di capirci al volo l’uno con l’altro, lavoriamo insieme da due anni e so che cosa pretende dai propri giocatori in determinati ruoli. Spero di ripagare la fiducia adesso e in futuro, pian piano stiamo entrando tutti nella sua mentalità e in campo si vede. D’Aversa prepara benissimo le partite e chiunque venga chiamato in causa ha ben chiaro quali siano i suoi compiti“.

ALVES E GERVINHO.Hanno alzato il tasso tecnico, penso sia anche normale perchè vengono da carriere diverse rispetto a noi. L’altro dettaglio che salta all’occhio è il tipo di mentalità che cambia radicalmente, se entri nell’ottica di seguirli e vedere quello che fanno migliori anche te“.

LA TRASFERTA DI SAN SIRO. Ci arriviamo un po’ più sereni e questo può essere un vantaggio. La dobbiamo affrontare come tutte le altre e cercare di fare una partita di livello che ci consenta di portare a casa più punti possibili“.

 

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News