Resta in contatto

News

Nista: “Spogliatoio fragile, dopo Lecce c’è poco da essere ottimisti”

L’ex portiere del Parma: “Manca uno zoccolo duro, qualcuno che spieghi ai nuovi il valore della maglia. Buffon? Sceglierebbe altre cento volte la crociata”

Alessandro Nista, ex portiere che ha militato nel Parma dal 1995 al 1999, ha analizzato il momento dei crociati. A Bar Sport, talk in onda su 12TvParma, ha parlato del momento dei crociati, alla ricerca della vera identità dopo i quattro gol incassati con il Lecce.  “E’ vero che il Parma veniva da due vittorie consecutive, ma la forza del Lecce è enorme. Poi, se contro il Cittadella Buffon non para quel rigore, non so come poteva finire. Questo è un progetto nuovo, è indispensabile avere abbastanza tempo per gettare delle solide basi. Dopo l’ultima prestazione c’è poco da essere ottimisti, ma la fortuna è che in Serie B la classifica è perennemente corta.

Ci sono ancora due mesi prima di arrivare al mercato di gennaio, lì bisognerà fare qualcosa atrimenti si rendono vani tutti gli investimenti fin qui fatti. Se la società avesse scaricato Maresca, avrebbero fallito tutti, compreso il progetto. C’è fragilità nello spogliatoio, ma più a livello mentale che tecnico. Manca uno zoccolo duro, qualcuno che spieghi ai nuovi il valore della maglia. Ho parlato di recente con Buffon. Lui è un di quelli alla vecchia maniera, per cui lo spogliatoio è sacro e da lì non fa fuoriuscire niente. Mi ha detto che farebbe altre cento volte la scelta Parma. Se lui è così fiducioso, lo sono anche io”. 

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News