Resta in contatto

News

Parma contestato: “Fuori dalle p… , piazza pulita”

 

Circa cinquanta tifosi hanno atteso il pullman al centro sportivo: nel mirino Carli, la squadra e D’Aversa. Il messaggio contenuto su dei volantini

A fine stagione è arrivata anche la contestazione dei tifosi. Per non farsi mancare niente in quest’annata nefasta. Al centro sportivo, una cinquantina di tifosi sono rimasti in attesa del pullman con a bordo la squadra. La logica delusione per un’annata complicatissima a livello di risultati, culminata con la retrocessione appesantita da una spesa monstre, ha ingigantito il malcontento generale. Il riassunto della giornata è contenuto nel messaggio: “Piazza pulita”. L’invito a lasciare Parma è stato rivolto a tutti, in particolare al direttore sportivo Marcello Carli e a buona parte della rosa, a Roberto D’Aversa, sceso per primo dal pullman per ascoltare le motivazioni dei supporter che hanno fortemente voluto manifestare il loro malcontento ‘a chi non si sente tatuala la maglia del Parma e che sono a fine ciclo’: così c’era scritto nel volantino.

Calciatori definiti ‘mercenari’, rimproverati di non avere grinta e attributi (eufemismo). La colpa principale è stata – secondo i tifosi – quella di non aver onorato la maglia in una stagione. Un avviso anche al presidente, che ha avuto la colpa di affidarsi a persone sbagliate e giocatori senza stimoli. Nel pre partita sfilava al centro del campo con la maglia numero 13, dando il cinque ai suoi calciatori con vicino il figlio Oliver: diciamo che se è un rito scaramantico, non è che funzioni molto. Un’ora prima i tifosi gli avevano consigliato di affidarsi a gente competente ‘magari con un progetto di crescita’. Puntando sul progetto Parma Calcio, non solo sul ‘fantastico progetto Tardini’. L’epilogo di una stagione amara, che sa di impresa al contrario.

17 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

17 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News