Resta in contatto

Le pagelle di Forzaparma

Le pagelle di Forzaparma – Primo gol di Man, impalpabile Gervinho

Il Parma strappa un pari in rimonta a Benevento grazie al primo gol in serie A di Man che è il migliore dei suoi al Vigorito. Entra bene anche Cornelius, faticano Brugman e Bani. Gervinho è impalpabile

SEPE 6

Battuto da Glik, tradito dai compagni. Forse poteva uscire. Poi ci mette una pezza su Lapadula. Subisce un tiro, ma raccoglie due palloni in fondo al sacco. La fotografia dell’anno no del Parma.

LAURINI 5.5

Il meno peggio di una retroguardia immobile nel primo tempo. Sacrificato dopo 45’ minuti di lanci sballati e ricerca della profondità senza fortuna.

OSORIO 6

Come venerdì sera contro il Genoa, si fa attrarre dal movimento dell’attaccante. Meno male che non è Scamacca, perché il suo errore di lettura nel dai e vai, ha mandato in porta Lapadula. Resta l’unico errore della sua partita. Poi si impone, ma il Benevento non fa nulla per tenerlo impegnato.

BANI 5

Non legge la traiettoria facile della sponda di Tuia, e mette a referto un altro erroraccio. Si fa bere come un mojito sulla spiaggia di Ibiza da Gaich. Ha il merito di deviare il cross di Hernani in occasione del gol del pari.

GAGLIOLO 5

Sovrastato da Tuia, non spinge mai, fronteggia come può gli avversari, ma combina poco. Trova il gol del vantaggio che illude, annullato senza un perché valido.

KUCKA 5.5

Poca lotta, tanta confusione e qualche affanno. Sostituito senza aver lasciato traccia. Anzi, si è perso Glik in occasione del gol del primo vantaggio.

BRUGMAN 5

Leggero, troppo: nel traffico non governa. C’è troppa differenza fisica, D’Aversa gli preferisce la struttura di Kurtic.

HERNANI 5.5

Ha la colpa di farsi sovrastare da Ionita. Gioca tanti palloni, batte anche l’angolo dal quale nasce il pari. Ma alla fine non brilla.

MAN 7

Primo tempo passato a trovare la posizione giusta, secondo giocato da regista offensivo. Dentro al campo a prendersi i palloni, per provare a indirizzarli ai compagni in profondità. Qualche scelta sbagliata, ma sempre vivo. E se il Parma può sperare ancora, è anche grazie al suo gol.

PELLÈ 5.5

Perde la guerra con Glik, nel primo tempo non la vede mai. Non dà aria al gioco, va meglio nel secondo tempo, quando ha vicino anche Cornelius.

GERVINHO 5

Impalpabile. Nel primo tempo è uno spettatore del Vigorito.

BUSI 5.5

Ha gamba, ma non lo spazio per azionarla. Alla fine prova con la punta a sorprendere Montipo’, non ci riesce.

KURTIC 6

Entra e segna, mette muscoli e fisicità. Gioca in mezzo al campo, combatte e si fa sentire.

MIHAILA SV

CORNELIUS 6.5

Lotta, gioca parecchi palloni, uno di questi diventa una sponda per Man che segna. Se avesse avuto una forma fisica migliore, sarebbe entrato prima.

CONTI SV

D’AVERSA  6

Si affida a Gervinho, tradito. Purtroppo non ha il miglior Cornelius, se l’avesse avuto sarebbe entrato prima, ma lascia a Benevento due punti e qualche speranza di salvezza. Colpa di un primo tempo quasi non giocato dai suoi. Costretto a guardare i suoi commettere sempre gli stessi errori, spera in un colpo di coda, ma se su ogni calcio piazzato deve pregare… .

40 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
40 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le pagelle di Forzaparma