Resta in contatto

News

Ferrari: “La cessione? Nulla di certo, chiuso e vincolante”

Il presidente di Nuovo Inizio traccia gli obiettivi della società. “Puntiamo a ringiovanire la rosa, contenere il monte ingaggi e mantenere la categoria”

Prima della conferenza stampa di presentazione del neo ds Marcello Carli, ha preso la parola il presidente di Nuovo Inizio, Marco Ferrari, rispondendo alle insistenti voci sul passaggio di proprietà alla famiglia Al Mana. “Partirei dal tema importante, la possibilità che ci sia un avvicendamento alla guida della società. Non è mai stato un segreto, abbiamo sempre detto più volte pubblicamente che la natura di Nuovo Inizio è un format particolare, siamo sempre stati i primi a dire che uno dei nostri obiettivi era quello di individuare un partner affidabile che potesse darci una mano. Assolutamente normale una situazione del genere, sono mesi, anni che esploriamo, verifichiamo, negoziamo. Allo stato, in questo momento non c’è alcunché di certo, chiuso e vincolante per quanto riguarda i soggetti coinvolti, le tempistiche. Essendo questo lo stato dell’arte Nuovo Inizio ha il diritto e il dovere di farsi carico del Parma e della sua gestione, come se dovessimo andare avanti per i prossimi 15 anni. Deludiamo – dice Ferrariforse qualcuno che ha sogni più esotici. Ma tant’è“.

OBIETTIVI.Veniamo da cinque anni di grande crescita e successo, siamo partiti dai dilettanti, ci siamo consolidati in Serie A. Grazie ai nostri tecnici, alla bravura dei dirigenti e calciatori. Dal 2015 a oggi sono stati investiti circa 58 milioni di euro, 40 dei quali dagli azionisti di Nuovo Inizio. Un supporto di questo tipo non lo hanno avuto tutte le squadre italiani. Il Covid ha impattato le nostre vite, ci siamo confrontati e abbiamo escluso di poter fare un programma sportivo che richieda 20 milioni di capitali. Non crediamo abbia senso, non vogliamo e non lo possiamo fare. Non ha senso per noi – continua Ferrariimpegnarsi in capitalizzazioni a fondo perduto. La realtà della squadra sostanzialmente parte dalla necessità di ringiovanire la rosa, lo faremo cercando di contenere il monte ingaggi e se ci saranno le offerte competitive procedendo alle cessioni se ce ne fosse occasione. Molto spesso, le idee e le motivazioni assieme all’entusiasmo spostano gli obiettivi. Sentiamo forte l’esigenza di energie nuove, come quelle che ci ha trasmesso Carli. L’obiettivo che gli azionisti affidano al menagement è questo: mantenere la categoria. Possiamo capire chi dopo l’anno scorso aspirava a qualcosa in più. Rivendichiamo il diritto e il dovere delle scelte che sono il meglio per il club. Credo che i tifosi debbano essere sempre ascoltati e rispettati, ma non assecondati. Credo che una società abbia un set di informazioni più ampio, siamo veramente convinti che le nostre decisioni possano essere le migliori per il nostro club“.

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

I tifosi meritano il meglio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Dopo 5 anni mi sento di dare fiducia alle scelte societarie …
Poi nel calcio di garanzie non c’è ne sono mai nemmeno di fronte ad investimenti fantascientifici

emanuele
emanuele
10 mesi fa

sarà ma io ci vedo solo un gruppo di investitori che si stanno stufando del giocattolo a nostro discapito, insomma per noi è passione per loro è diventata una patata bollente, occhio che così scontenti non solo i tifosi ma anche i possibili acquirenti……

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Con ferrari mo.sento.sicuro,non dimentichiamo questa persona l’ha salvato dal fallimento,credendo.in un progetto,cercando finanziamenti e soci,quando.era in D,portando.in A ,questo dovrebbe bastare….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Nn é che prima avevano un monte ingaggi di chissà che.., cmq speriamo bene e per la cessione ancora nn c si capisce nulla probabile che salti tutto da quanto pare

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

bravo, discorso serio e intelligente, i tifosi sono molto contenti della proprietà è del coraggio di queste scelte

Fabio
Fabio
10 mesi fa

“Credo che i tifosi debbano essere sempre ascoltati e rispettati, ma non assecondati. Credo che una società abbia un set di informazioni più ampio, siamo veramente convinti che le nostre decisioni possano essere le migliori per il nostro club”
…noi non possiamo sapere…
neanche l’azionariato popolare?…
Va bene, possiamo almeno sperare che non vi siate sbagliati…

marco
marco
10 mesi fa

La fortuna del Parma è avere un management di primissimo ordine… se,hanno preso queste decisioni significa che queste erano quelle giuste per la nostra realtà! Averne di questi dirigenti in Italia… sia per il calcio… che soprattutto per tutto il resto!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Concordo pienamente.

Altro da News