Resta in contatto

News

Decreto Semplificazioni, svolta stadi: c’è anche Parma. De Siervo: “Occasione storica”

Nuova possibilità per costruire nuovi impianti in Italia. L’ad De Siervo: “Occasione storica”

La svolta sull’edilizia prevista dal “Decreto Semplificazione” del governo dà una possibilità concreta al calcio: realizzare interventi di modifica o di costruzione ex novo degli stadi senza l’autorizzazione della sovrintendenza, riducendo così tempistiche e impatto dei vicoli. «Non possiamo perdere questa occasione» ha dichiarato ieri Luigi De Siervo, amministratore delegato della Serie A. La Lega, in data 11 luglio, ha pubblicato un report sullo stato dell’arte delle strutture in Italia: nei campionati professionistici 9 su 10 appartengono a un ente pubblico (meno del 5% ai club) e in A ben 10 stadi sono stati costruiti prima del 1946. Le nostre società incassano in media quindici milioni a stagione dai ricavi al botteghino, mentre nel resto d’Europa viaggiano a velocità doppia con i 38 dell’Inghilterra, i 30 della Germania e i 26 della Spagna. I tempi, poi, sono ancora troppo lunghi e indefiniti (lo stadio della Roma è un’odissea che dura da 3.113 giorni) e c’è troppa incertezza burocratica.

«L’emendamento sugli stadi al Decreto Semplificazione può rappresentare la svolta che attendiamo da tanti anni – il commento di De Siervo – È necessario ammodernare impianti ormai obsoleti e costruire stadi polifunzionali e moderni, al passo con quelli costruiti in tutta Europa». Come testimoniano i progetti in corso in 10 città (Milano, Genova, Bergamo, Parma, Verona, Bologna, Firenze, Roma, Lecce e Cagliari) non manca la voglia di investire da parte degli imprenditori: «In attesa di riavere il pubblico sugli spalti dobbiamo sfruttare questo momento per creare le condizioni giuste per la ripresa – ha concluso l’ad di via Rosellini – I club sono pronti a investire nei prossimi dieci anni 2,5 miliardi. Si stima la creazione di ventimila nuovi posti di lavoro con un gettito fiscale per l’erario di almeno 1,5 miliardi. È un’occasione storica». Studi dimostrano che nei nuovi impianti aumenta la presenza delle famiglie, diminuisce la violenza, si riduce l’impatto ambientale e si rivitalizzano intere aree delle città, scrive stamani Il Corriere dello Sport.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Magari!!!

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News