Resta in contatto

News

Longo: “Il Parma non è più solo ripartenza”

Il tecnico del Torino presenta la partita di domani pomeriggio con i crociati. “Voglio una squadra feroce, dobbiamo diventare più pericolosi”

L’allenatore del Torino, Moreno Longo, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita casalinga di domani pomeriggio con il Parma. “Il Parma non è più solo ripartenza, si è evoluto molto. Ho fatto i complimenti al ds Faggiano perchè per com’è stata costruita è la squadra più logica e funzionale del campionato. Ma vorrei fare i complimenti anche a mister D’Aversa: il Parma ora propone situazioni interessanti anche quando ha la palla. Dovremo lavorare bene sulle marcature preventive ma non solo“.

ATTEGGIAMENTO.Non deve esserci l’ansia da prestazione, bisogna scendere in campo con grande convinzione e coraggio. Serviranno ferocia, atteggiamento famelico e coesione su cui poi poggiano tutti i discorsi tecnico-tattici. C’è la necessità di interrompere l’emorragia che si è creata, può essere una partita molto importante. Il morale è fatto anche di rabbia, i ragazzi vorrebbero uscire in fretta da questa situazione“.

MIGLIORAMENTI.Bisogna migliorare l’indice di pericolosità, dobbiamo diventare più efficaci negli ultimi 20-25 metri senza mai perdere l’equilibrio. Di sicuro in settimana ho notato progressi sul piano di compattezza e spirito di squadra“.

OBIETTIVO SALVEZZA. “Credo sia una presa di coscienza, in serie A ci deve essere la capacità di non dare nulla per scontato e non ci si può permettere nessun rilassamento. Guardate il Parma dello scorso anno che alla fine del girone d’andata aveva un margine rassicurante poi si salvò alla penultima giornata. Dobbiamo arrivare ai 40 punti il più velocemente possibile“.

RECUPERI.Zaza è un giocatore che sta migliorando di giorno in giorno, ci auguriamo di averlo al meglio al più presto in modo tale da poter adottare soluzioni alternative. Baselli è importante per questa squadra, ha caratteristiche particolari che alzano il livello qualitativo del nostro centrocampo ma è difficile vederlo già dal 1′“.

EDERA.Sono contento per la sua prestazione a San Siro, non giocava da un po’ ma si è fatto trovare pronto. La formazione? Ci teniamo tutte le porte aperte, sceglieremo di volta in volta in base alla condizione fisica e all’utilità dei giocatori in quella determinata partita“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News