Resta in contatto

News

Grassi: “D’Aversa è un martello, non molla mai”

Il centrocampista bresciano si confessa alla Gazzetta di Parma. “A Torino sarà una partita molto dura, prima la salvezza poi si vedrà”

Il centrocampista del Parma, Alberto Grassi, tornato pienamente a disposizione dopo una serie infinita di guai fisici, si confessa in una lunga intervista rilasciata alla Gazzetta di Parma partendo dall’obiettivo stagionale dei crociati. Che per il momento non cambia, in attesa di alzare l’asticella. “Prima dobbiamo salvarci. Manca ancora qualcosa, questo è il nostro primo obiettivo. Raggiungiamola poi si vedrà“.

LA CLASSIFICA. “Abbiamo una rosa importante, il nostro allenatore ha a disposizione un bel gruppo e, nonostante i tanti infortuni, riesce sempre a mettere in campo una bella squadra“.

SPOGLIATOIO. “Chi arriva si sente subito a suo agio, senza dimenticare che sono arrivati giocatori dal grandissimo valore. E quindi anche questo aiuta. In ogni caso sono tutti ragazzi che non hanno paura di lavorare“.

D’AVERSA. “E’ un martello, non molla mai. E questa è la nostra forza. Anche quando ci sono partite dove non giochiamo bene, sotto l’aspetto della cattiveria, dei contrasti la portiamo a casa. Riusciamo spesso a fare dei punti“.

GOL AL BRESCIA.Una soddisfazione grande dopo un periodo brutto per me. Anche se i bresciani non l’hanno presa benissimo“.

TORINO.Il Torino, come giocatori, non merita certo la posizione che ha in classifica. Poi sta passando questo momento negativo, c’è stato il cambio di allenatore. E adesso faranno di tutto per fare bene. Daranno tutto e di più. Sarà una partita molto dura, molto tosta per di più davanti ai loro tifosi“.

OBIETTIVI PERSONALI.Vorrei essere sempre in campo per allenarmi al massimo ed essere sempre a disposizione del mister“.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
9 mesi fa

Grande mister

Commento da Facebook
Commento da Facebook
9 mesi fa

E cosi dobbiamo continuare…. Sotto col torino….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
9 mesi fa

Sarà par col chi’en sémpor tut rott.

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News