Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Iachini: “La squadra ha carattere e non molla mai”

L’allenatore del Parma in conferenza: “Abbiamo guadagnato posizioni in classifica, i ragazzi stanno facendo cose ottime. Playoff? Dobbiamo fare più punti possibili”

Beppe Iachini sorride. E ha parecchi motivi per farlo: nono risultato utile consecutivo, seconda vittoria di fila come non succedeva da novembre, – 6 dall’ottavo posto. E un Bernabé in versione super. “Con lui ci fermiamo spesso a fine allenamento: lavoriamo su tecnica e tattica, sui calci piazzati. Deve crescere in personalità. Gli va data fiducia, a lui e ai tanti giovani presenti nel gruppo. Dobbiamo capire che possono sbagliare qualcosa a volta, ma gli va data spinta e fiducia. Bernabé ha fatto due bei gol, è vero. Ma voglio sottolineare la crescita globale della squadra. Non accetta mai di perdere, vuole sempre andare a cercare la vittoria, non molla mai. Dedichiamo la vittoria al presidente e ai tifosi, ai tanti bambini che sono arrivati oggi e hanno creato una bella cornice”.

Iachini passa poi all’analisi della partita: “La squadra ha carattere, cuore, organizzazione e mentalità. Abbiamo avuto mille difficoltà, anche oggi mancavano 12 giocatori. C’è da ringraziare questi ragazzini, durante l’episodio del primo gol loro c’è stata un’indecisione, sul secondo Man aveva accusato qualche problemino ma invece di buttarsi in mezzo al campo è andato fuori. La palla non voleva uscire, non abbiamo potuto fare la sostituzione e abbiamo subito il secondo gol. Sono due colpi che avrebbero potuto ammazzare un toro, abbiamo pagato dazio su un paio di ingenuità. Ma alla fine abbiamo prodotto occasioni, 16 tiri in porta, c’era il primo caldo ma abbiamo meritato la vittoria. Abbiamo guadagnato posizioni in classifiche, i ragazzi stanno facendo cose ottime, tenendo un buonissimo ruolino di marcia. 

I playoff? Io ho sempre detto che dobbiamo fare più punti possibili, meritavamo qualche punto in più per quello che abbiamo creato. Probabilmente è un nostro difetto non saper chiudere le partite. Magari qualche gol in più avremmo potuto farlo, essere ancora lì e giocarci le partite per andare ai playoff è importante. Dobbiamo dare forza e coraggio a questi ragazzi, anche se commettono errori è importante dargli coraggio. Tutino? Quando si lavora in settimana dico sempre che si preparano due partite. La velocità di Tutino poteva incidere in maniera importante nella ‘seconda partita’. 

Man? E’ andato in nazionale, ha avuto la febbre in nazionale. È tornato, ha giocato a Cosenza, sta tirando la carretta. Non pensiamo sia niente di importante, ma pedala e possiamo concederglielo. Buffon? Vediamo nei prossimi giorni, ci dirà lo staff cosa ha. Ha un edema al polpaccio, se non va via ci sono zone del corpo in cui il sangue drena meno e lì si fa fatica a smaltirlo. Continuiamo con i giovani, sono da ringraziare anche se commettono errori. Oosterwolde era entrato bene, sono giovani a cui dobbiamo dare fiducia“.

Adesso la testa a Brescia: “Tutte sono importanti. Oggi abbiamo battuto una squadra con giocatori di qualità e con risultati importanti. A distanza di pochi giorni dovevamo fare una partita di un certo tipo. Dovevamo fare sacrifici, con i ragazzi che tirano la carretta, cercando di vincere in casa e fuori, rispettando gli avversari“.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News