Resta in contatto

News

Riapertura parziale degli stadi, si va verso il no

La Lega insiste e ha inviato il dossier a Figc e governo che non vuole dare segnali in controtendenza e teme per gli spostamenti dei tifosi

La Lega insiste e in un comunicato stampa ha messo per iscritto “la necessità di favorire al più presto, nel pieno rispetto delle condizioni di sicurezza, la riapertura parziale degli stadi al pubblico“. Ma il governo pare orientato a dire di “no”, almeno per il finale di questa stagione. Lo scrive il Corriere dello Sport, secondo cui l’esecutivo, che oggi analizzerà il dossier di duecento pagine ed emanerà il nuovo Dpcm, ha il timore che riaprire gli stadi (al massimo) per il 40% della capienza potrebbe essere un segnale in controtendenza con il momento che il Paese sta ancora attraversando.

DUBBI. Nessun rischio eccessivo per quel che riguarda il distanziamento sociale ma il Cts teme il problema legato agli spostamenti dei tifosi (metro, pullman, auto nei parcheggi) e alle code davanti ai tornelli. I club confidano di avere il via libera almeno nelle ultime tre-quattro giornate ma i tempi sembrano troppo stretti anche per i più ottimisti. Tutto rinviato, nel caso, al prossimo campionato, dove il protocollo della Lega può rappresentare una base valida da approfondire.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News