Resta in contatto

Rubriche

Amarcord: l’ultima gioia di Adriano al Parma

Il 17 gennaio del 2004 l’Imperatore, al rientro dall’infortunio, firmò di testa il pari al Friuli poi in pieno crac Parmalat rientrò all’Inter

Adriano giocò la sua ultima partita con la maglia del Parma il 17 gennaio del 2004 quando da subentrante firmò di testa il pareggio al Friuli sul campo dell’Udinese. Da lì a pochi giorni, in pieno crac Parmalat, venne riacquistato dall’Inter che trascinò in Champions grazie alla rete su punizione a San Siro proprio contro i ducali guidati allora da mister Prandelli. Il centravanti brasiliano, rimasto orfano di Mutu in estate, era partito fortissimo in quella stagione siglando ben sette gol nelle prime otto giornate poi l’infortunio rimediato a Brescia lo tenne fuori dal campo per oltre due mesi, favorendo nello stesso tempo l’esplosione di Gilardino. Il maxi scandalo della Parmalat sconvolse tutto l’ambiente che si ricompattò alla grande e dopo i successi di Ancona e sull’Inter cercava il tris in terra friulana, potendo contare sul recupero dell’Imperatore seppur non dall’inizio.

L’autorete di Ferrari fu il primo segnale di una serata sfortunata ribadita dalla traversa di Gilardino sempre nel corso del primo tempo. Prandelli corse ai ripari già all’intervallo togliendo un centrocampista, Donadel, per inserire Adriano che poco dopo la mezz’ora su corner dalla sinistra di Bresciano sfruttò l’uscita maldestra di De Sanctis e di testa insaccò la rete del pari. E nel recupero su calcio piazzato sfiorò persino il bis negato da un grande intervento del portiere di casa. Poi nel dopo gara, già al centro di molte voci di mercato, invocò chiarezza.  “Alle due società -disse all’epoca- chiedo di saper in tempi brevi se resto a Parma o se devo andare subito all’Inter“. Il resto della storia è già noto.

UDINESE – PARMA 1 – 1

Marcatori: 23′ pt aut.Ferrari (P). 34′ st Adriano (P)

UDINESE (3-5-1-1): De Sanctis; Bertotto, Sensini, Kroldrup; Alberto (35′ st Castroman), Pazienza, Muntari, Pieri (41′ st Gutierrez), Jankulovski; Jorgensen; Fava. A disp.: Bonaiuti, Pierini, Felipe. All.: Spalletti.

PARMA (4-2-3-1): Frey; Castellini (33′ st Seric), Ferrari, P. Cannavaro, Junior; Barone, Donadel (1′ st Adriano); Marchionni (27′ st Rosina), Bresciano, Filippini; Gilardino. In panchina: Amelia, Benarrivo, Oyola, Carbone. All.:: Prandelli.

Arbitro: Pellegrino di Barcellona Pozzo di Gotto

Note: Ammoniti: Bertotto (U), Alberto (U), Ferrari (P), Bresciano (P), Kroldrup (U). Angoli: 4-3 per il Parma.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Rubriche