Resta in contatto

News

Parma, prendi esempio dal Sassuolo

La Gazzetta di Parma presenta l’interessante lunch match in chiave emiliana tra due squadre che stanno facendo benissimo pur con filosofie diverse

REALTA’ CONSOLIDATA. L’avversario odierno del Parma, il Sassuolo, in campo alle 12,30 al Tardini, è una squadra molto interessante e a livello generale potrebbe rappresentare un esempio da imitare per chi è appena tornato in serie A. Una provinciale ormai in pianta stabile nel massimo campionato, in cui milita da sei stagioni di fila, avendo sempre ricercato una filosofia aziendale e di gioco che ha prodotto i suoi frutti.

SALTO DI QUALITA’. Da quest’anno sulla panchina dei neroverdi siede l’emergente Roberto De Zerbi che ha dato una propria impronta al consueto 4-3-3 ora più flessibile e malleabile. L’idea di fondo è quella di tenere costantemente il possesso palla e, appena si presenta l’occasione, infilarsi negli spazi concessi dagli avversari.

ATTEGGIAMENTO DEL PARMA. Il Parma, del resto, lascerà volentieri il pallino del gioco nelle mani altrui con un baricentro medio piuttosto basso come già avvenuto nelle precedenti partite. Non un modo per risparmiare energie bensì per sfruttare le caratteristiche dei migliori elementi in rosa. Il Sassuolo verrà così invitato a farsi avanti provando a coinvolgere gli esterni in una zona dove i crociati dovranno essere bravi a contrastare e ribaltare subito il fronte.

ABBONDANZA. La novità del giorno è l’abbondanza di scelta per il tecnico Roberto D’Aversa che in conferenza stampa ha candidamente ammesso di portarsi dietro ancora tre dubbi, uno in ogni reparto. Un aspetto confortante che presuppone una certa competitività in allenamento e buone risposte anche dalle cosiddette seconde linee.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News