Resta in contatto

News

Casting centravanti, Mancini segue anche Inglese

La Gazzetta dello Sport sfoglia la margherita tra i bomber italiani per risolvere il problema del gol in Nazionale

TRIDENTE LEGGERO. I soli due gol, di cui uno su rigore, segnati dall’Italia in Nations League pone all’attenzione del ct Mancini la cronica mancanza di un vero centravanti, alla Kane tanto per intenderci. Una soluzione raggirata dalla felice sperimentazione del cosidetto “tridente rotante” formato da Chiesa, Insigne e Bernardeschi per non dare nessun punto di riferimento agli avversari. Un’idea interessante e spettacolare ma che non può essere definitiva: l’Italia ha disperato bisogno di un attaccante.

I BOCCIATI. All’inizio della nuova gestione il titolare era tornato ad essere Balotelli, ora rientrato nel tunnel di una condizione improbabile e di un’inaffidabilità congenita. Anche Immobile, più contropiedista nella Lazio, non ha convinto appieno in quanto, non dotato di una grande tecnica, fatica ad integrarsi in una squadra che affolla l’area e le zone circostanti. E se Zaza si è rivelato troppo discontinuo, il suo collega di reparto al Torino, Belotti, aspetta ancora di ritrovare la concretezza e la potenza di un tempo: per lui appuntamento rimandato a marzo ma le ultime due esclusioni hanno fatto rumore.

LA PROVINCIA CHE SPINGE. Le convocazioni di Lasagna, uomo di movimento e d’area ma non “spaccapartite”, e Pavoletti, imbattibile nel gioco aereo, dimostrano che Mancini osserva da vicino quanto accade in provincia. Escluso Quagliarella per ragioni strettamente anagrafiche, altri due nomi in lizza potrebbero essere quelli di Petagna, atteso nell’amichevole con gli Usa, e Roberto Inglese che rispecchia perfettamente il prototipo di centravanti moderno e agevolerebbe il compito degli esterni offensivi.

IL FUTURO. Una fase di transizione che porterà inevitabilmente al ricambio generazionale, affrettato rispetto alla tabella di marcia, con l’ingresso in pianta stabile nel giro della Nazionale maggiore dei promettenti Cutrone, Favilli, Kean, Pellegri, Pinamonti e Vido.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News